Lippi difende Inzaghi: “Senza infortuni avrebbe fatto meglio”

Marcello Lippi (Getty Images)
Marcello Lippi (Getty Images)

Il calcio milanese sta attraversando uno dei periodo più bui della propria storia. I nerazzurri hanno provato a rialzarsi dopo l’esonero di Walter Mazzarri e l’arrivo di Roberto Mancini, ma nonostante i primi acquisti importanti della gestione Thohir, i risultati stanno tardato ad arrivare. Altro discorso invece per il Milan invece, che sta pagando le scelte errate della società in questi anni: sia in sede di mercato che per quanto riguarda la gestione degli allenatori.

 

Proprio del triste momento delle milanesi, ha parlato Marcello Lippi. Intervista dal portale algerino Le Buteur, lo storico Commissario Tecnico campione del Mondo del 2006 ha riferito: “Sia Milan che Inter stanno vivendo un periodo di convalescenza. Pippo Inzaghi ha avuto la fiducia sia di Silvio Berlusconi che di Galliani. Gli infortuni di molti suoi giocatori però hanno complicato il suo compito. Mi sarebbe piaciuto vedere il Milan giocare queste ultime partite senza infortunati, secondo me avrebbe potuto dire la sua.”

 

Ulteriore puntualizzazione sulle voci che erano trapelate nelle ultime settimane che volevano Lippi al Milan come direttore tecnico o addirittura al posto di Inzaghi sulla panchina: “L’ho già detto in passato e lo ripeto anche adesso, non allenerò nessun club italiano. Momentaneamente sono a casa a riposare, ma se dovessi ricevere una proposta interessante di una Nazionale, non direi di no”.

 

Redazione MilanLive.it