Unai Emery (Getty Images)
Unai Emery (Getty Images)

Mentre gli occhi di tutti sono puntati sulla situazione societaria con Bee Taechaubol pronto a convincere il presidente Silvio Berlusconi a cedere la quota di maggioranza del Milan, anche la questione allenatore continua a tenere banco. Filippo Inzaghi non siederà sulla panchina rossonera la prossima stagione e il suo sostituto dovrà avere un profilo importante. Per risollevare anche calcisticamente il club ci vuole, infatti, una figura d’esperienza e di caratura internazionale ed è per questo che i nomi di Vincenzo Montella e Sinisa Mihajlovic starebbero perdendo appeal.

 

In cima alla lista dei desideri, dunque, ci sarebbero ora almeno tre nomi: Luciano Spalletti, il preferito del broker thailandese, Carlo Ancelotti, il sogno proibito dell’attuale dirigenza di via Aldo Rossi, e Unai Emery. L’allenatore del Siviglia era stato già accostato al club meneghino in passato ma, secondo il quotidiano torinese Tuttosport, potrebbe addirittura diventare l’obiettivo numero grazie ad un potente “sponsor”, la Doyen Sports. Il fondo d’investimento guidato da Nelio Lucas aveva già intrattenuto dei rapporti con l’amministratore delegato Adriano Galliani e farebbe parte della cordata che Mr. Bee porrebbe a proprietà del Milan. Alla luce di tutto questo, la candidatura di Emery potrebbe essere da prendere seriamente in considerazione, in quanto sospinta dagli interessi della Doyen.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it