Robinho (Getty Images)
Robinho (Getty Images)

Robinho è in prestito al Santos, l’accordo scade il 30 giugno ed il Milan ha tutto l’interesse di risolvere definitivamente questa situazione per non ritrovarsi il giocatore a Milanello in luglio. Le trattative tra il club di via Aldo Rossi e quello paulista sono in corso. Il Peixe vorrebbe infatti trattenere quello che è considerato un indolo dei tifosi e una delle poche stelle della squadra. Gli ostacoli da superare sono soprattutto economici. I rossoneri non sembrano disposti a regalare il cartellino del giocatore, il quale a sua volta ha uno stipendio elevato per le casse della società brasiliana. Si era parlato della possibilità che nell’affare venisse inserito qualche opzione su alcuni giovani talenti o che si potesse effettuare un’operazione di scambio che coinvolgesse anche Alex e Gustavo Henrique, ma non ci sono conferme in questo senso.

 

Intanto Modesto Roma Junior, presidente del Santos, ha parlato ai microfoni di Radio Bandeirantes per spiegare qual è la situazione in questo momento: “Stiamo lavorando perché resti. Robinho ha un contratto fino al 30 giugno e siamo in contatto con lui, con il suo entourage e con il Milan perché possa restare qui fino a fine carriera. Lui è felice qui, lui è il Santos”.

 

Confermati dunque i negoziati in corso tra le parti. Si cercherà di raggiungere un accordo ben prima del 30 giugno. Se il Santos non dovesse riuscire a trattenerlo, per Robinho si potrebbero aprire le porte della Major League Soccer oppure di un’altra squadra brasiliana. Negli Stati Uniti diverse franchigie potrebbero pensare di ingaggiarlo per aumentare il livello della loro squadra e la visibilità del club. In Brasile sono invece Cruzeiro e Flamengo le società segnalate sull’attaccante ex Real Madrid e Manchester City.

 

Redazione MilanLive.it