Robinho (Getty Images)
Robinho (Getty Images)

Il Santos ha manifestato da tempo la volontà di trattenere Robinho e lo stesso giocatore vorrebbe rimanere a giocare nel club in cui è cresciuto calcisticamente e che considera come una seconda famiglia. L’attaccante brasiliano è di proprietà del Milan con un contratto in essere fino al 2016 ed il prestito scadrà a giugno. C’è il desiderio di tutte le parti in causa di trovare un accordo soddisfacente e proprio per questo motivo a breve il presidente Modesto Roma Junior arriverà in Italia per parlare con Adriano Galliani.

 

Intanto dal Brasile lo stesso numero 1 del club paulista ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Globoesporte.com: “Credo che Robinho resterà. Cosa manca perché ciò avvenga? Dobbiamo pagargli alcuni arretrati (al calciatore non vengono pagati i diritti di immagine da 7 mesi, ndr) e ci stiamo lavorando. Trattare con il Milan invece è più semplice e non vedo grosse difficoltà in questo senso. Sarà decisiva la volontà di Robinho“.

 

Si è parlato della possibilità che il Santos chieda il cartellino gratuitamente o il rinnovo del prestito, ma il Milan non sarebbe molto d’accordo con queste due soluzioni e vorrebbe essere indennizzato in qualche modo. Proprio per questo è nata l’ipotesi di inserire nell’operazione qualche giovane talento del Peixe e Modesto Roma Junior ha così commentato tale eventualità: “Non possiamo fare nomi, abbiamo tanto lavoro da fare con il Milan e vogliamo dimostrare di essere un club aperto a fare affari con gli europei“.

 

Matteo Bellan