Gervinho (Getty Images)
Gervinho (Getty Images)

In vista della sfida di sabato sera alle 20.45 tra Milan e Roma allo stadio San Siro, l’attaccante giallorosso Gervinho ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni dei colleghi di Sky Sport. Questo il suo pensiero sulla sfida contro i rossoneri e sulla corsa alla Champions League: “Non sarà facile, perché il Milan ha bisogno di vincere ma anche noi vogliamo i tre punti. Abbiamo cambiato stile di gioco, meno spumeggiante: l’importante è vincere e nelle ultime gare ci siamo riusciti. Quest’anno la corsa è entusiasmante, grazie a Lazio e Napoli che sono comunque sotto. Malgrado nostra stagione di alti e bassi, siamo secondi e dobbiamo pensare a noi”.

 

Con la cessione in prestito di Mattia Destro al Milan, la Roma si è privata dell’unico attaccante di ruolo. Adesso in squadra gli unici attaccanti d’area di rigore sono Seydou Doumbia e Francesco Totti, anche se il capitano preferisce agire più sulla trequarti: “Senz’altro gli attaccanti forti sono pedine fondamentali per tutti, – riporta asroma.it – vedi Higuain e Tevez. Noi potremmo rinforzarci, anche se abbiamo attaccanti forti come Totti e Doumbia. Se finiremo bene questa stagione il Club avrà i mezzi a disposizione per un grande attaccante. Ho fatto pochi gol? Innanzitutto perché Totti mi ha fatto meno assist (ride, ndr). Forse ho ricevuto meno palloni e sono stato meno brillante. È anche una questione di equilibri di squadra. Coppa D’Africa? Sono stato molto contento di averla vinta e poi di essere tornato. Ho fatto meno bene di quanto fatto prima della competizione e quando sono tornato forse ho trovato anche un problema di squadra. Ma sono ottimista e guardo avanti per chiudere al meglio la stagione”.

 

Redazione MilanLive.it