Wang Xingxian nel mezzo (foto apecf.org)
Wang Xingxian nel mezzo (foto apecf.org)

Nelle ultime ore la cordata cinese, quella con radici addirittura politiche e governative, si sta facendo fortissima almeno nelle indicazioni dei media. Silvio Berlusconi al momento pare aver accantonato l’ipotesi Mr. Bee, a meno di un rilancio economico importante del broker thailandese, preferendo concentrarsi nei colloqui con il gruppo di imprenditori letteralmente comandato dal capo di Stato Xi Jinping.

 

La Gazzetta dello Sport nel frattempo ha svelato l’identità della misteriosa Mrs. China, l’emissaria che nelle scorse settimane si è vista più volta girovagare nelle stanze di Villa San Martino e anche della sede di Casa Milan. Si tratta di Wang Xingxian, direttrice della commissione ‘The power of dream, come with love’, una sorta di consorzio di varie imprese nazionali creato dal Governo cinese per sfruttare i capitali in fatto di investimenti verso l’occidente. In parole povere una donna d’affari abile a trattare con i gruppi europei o americani.

 

Mrs. Wang è stata spesso a Milano ultimamente, sfruttando l’occasione anche per partecipare all’apertura dell’Expo lo scorso 30 aprile, vista addirittura in Piazza del Duomo per il concerto di Andrea Bocelli. Il 2 e 3 maggio invece è stata ricevuta ad Arcore con tutti gli onori del caso, subito dopo i primi contatti avuti con il rivale in affari Bee Taechaubol. E’ stata proprio lei a lasciare sul tavolo delle offerte la proposta di 580 milioni di euro per rilevare immediatamente il 51% del Milan dal gruppo Fininvest.

 

Redazione MilanLive.it