Paolo Maldini (Getty Images)
Paolo Maldini (Getty Images)

Paolo Maldini torna nel calcio. Purtroppo, però, il Milan non centra, o almeno per ora. L’ex capitano e bandiera rossonera, infatti, ricomincerà la sua avventura nel mondo del pallone dagli Stati Uniti e precisamente dal Miami Football Club. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, Maldini è diventato il nuovo proprietario della società insieme a Riccardo Silva, titolare dell’agenzia MP&Silva (licenziataria dei diritti esteri della Serie A) e che rivestirà il ruolo di presidente. Unico club calcistico professionista della città più famosa della Florida, il Miami FC parteciperà nel 2016 alla NASL (North American Soccer League), la seconda lega del Paese.

 

Con questa operazione decadono, dunque, le possibilità di vedere Paolo Maldini ricoprire un ruolo dirigenziale all’interno della società di via Aldo Rossi nell’immediato futuro. Della sua candidatura si era parlato in relazione alla trattativa per la cessione delle quote del club al broker thailandese Bee Taechaubol, ma l’ex difensore andrà a ricoprire il nuovo ruolo di co-proprietario e selezionatore tecnico del club statunitense.  “Sono molto felice di partecipare a questo progetto – ha dichiarato proprio Maldini ai microfoni internazionali – credo fermamente nella crescita del calcio negli States e questa è l’opportunità perfetta per sviluppare un team di alto livello in una delle città più importanti al mondo. Miami è stata la mia seconda casa per 15 anni, non vedo l’ora di portare il mio entusiasmo per contribuire al suo successo”.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it