Silvano Ramaccioni (Getty Images)
Silvano Ramaccioni (Getty Images)

Le continue voci di un ritorno al Milan di Carlo Ancelotti sono arrivate alle voci di tutti. I colleghi di Tmw.com hanno intervistato lo storico team manager (ex direttore sportivo) rossonero Silvano Ramaccioni proprio su tale questione: “Un ritorno di Ancelotti al Milan lo vedrei decisamente bene”. Poi puntualizza sui ritorni in rossonero di Arrigo Sacchi e Fabio Capello: “Il Sacchi-bis non è giudicabile perché entrò in corsa dopo l’esonero di Tabarez. Capello invece tornò immediatamente l’anno successivo al periodo nero proprio di Tabarez e Sacchi. E diciamo che quell’anno, sotto certi aspetti, si può paragonare a quello attuale”.

 

Sui deludenti risultati ottenuti dal Milan durante questa stagione ormai in dirittura d’arrivo, Ramaccioni si sofferma prevalentemente sugli infortuni che hanno condizionato il cammino della squadra: “Sono cose che capitano, ma credo che gli infortuni in particolar modo abbiano condizionato questo campionato. L’organico di per sé non mi sembrava così carente, ma gli infortuni hanno pesato tanto”.

 

Una delle accuse che viene sempre più insistentemente fatta dagli ex senatori del Milan, è che in questa squadra manca una persona di peso capace di far rigare dritto lo spogliatoi. Gli addi di Maldini, Nesta e Ambrosini, per citarne alcuni, hanno gravato troppo sulla squadra. Ramaccioni però non si pronuncia su tale questione: “Non mi sentirei in grado di esprimere un giudizio in merito, perché per fare questa analisi bisognerebbe essere dentro lo spogliatoio rossonero”.

 

Infine sulle possibilità di ritorno ai vertici del club di via Aldo Rossi per le prossime stagioni: Credo nel rilancio del Milan e a questo proposito voglio ricordare l’anno di Zaccheroni: arrivò da due stagioni sofferte e vinse al primo colpo il campionato. Non vedo il rilancio come una cosa impossibile, anzi. Penso che il Milan possa ripresentarsi prontamente al tavolo delle grandi”.

 

Redazione MilanLive.it