Matteo Darmian (Getty Images)
Matteo Darmian (Getty Images)

Il Milan vuole ripartire e per farlo cambia piano: spazio agli italiani. Spazio a chi sappia cosa vuol dire indossare la maglia rossonera. Fra questi c’è sicuramente Matteo Darmian che sarebbe l’uomo ideale nei piani del presidente Silvio Berlusconi; la speranza dei dirigenti rossoneri è quella di riportare a Milanello un giovane cresciuto proprio dalle parti di Carnago ma abbandonato troppo presto e con un po’ di superficialità. Darmian, classe ’89, è ormai un punto fermo anche della Nazionale di Antonio Conte, ed ha l’età giusta per fare il salto di qualità e andare in una grande squadra.

 

Stando a quanto riportato da Calciomercato.com pochi giorni fa, il laterale granata viene valutato dal presidente Urban Cairo circa 20 milioni di euro. La richiesta del Torino è davvero troppo per le casse rossonere al momento. Il direttore sportivo del club piemontese, Gianluca Petrachi intervistato da Sky Sport 24 prima della sfida con il Milan a San Siro, ha parlato anche di un possibile scabio con Alessio Cerci: “Alessio la scorsa estate ci ha messo in difficoltà quando ci ha chiesto la cessione fino alla fine. Darmian non ci ha mai chiesto di andar via, così come Glik e Peres. Credo che Matteo abbia già dimostrato di essere un giocatore da grande squadra. E’ già in una grande squadra ma potrebbe ambire ad una top“.

 

Redazione MilanLive.it