Retata della FBI: arrestati 14 dirigenti Fifa

Joseph Blatter (Getty Images)
Joseph Blatter (Getty Images)

Dopo le dure accuse di Diego Armando Maradona a Joseph Blatter, sono emerse cose che di sicuro non fanno bene alla reputazione della Fifa. Oggi a Zurigo ci sono stati gli arresti di 14 dirigenti accusati di corruzione. I 14 membri (Jeffrey Webb, Eugenio Figueredo, Jack Warner, Eduardo Li, Julio Rocha, Costas Takkas, Rafael Esquivel, José Maria Marin, Nicolas Leoz, Alejandro Burzaco, Aaron Davidson, Hugo Jinkis e Mariano Jinkis) verranno estradati negli Usa. Stando a quanto riportato dai giornali americani, Blatter sarebbe indagato dall’Fbi anche se per ora non è tra coloro per i quali il dipartimento della Giustizia Usa ha formalizzato l’accusa di corruzione. Le accuse di corruzione, riciclaggio e frode mosse dalle autorità americane riguardano gli ultimi 20 anni e le gare per aggiudicarsi i campionati Mondiali 20018 e 2022, così come gli accordi per il marketing e i diritti televisivi. Al Baur au Lac, l’hotel dove è in corso il meeting annuale della Fifa, c’è stata una vera e propria retata. Alcuni agenti in borghese sono entrati nelle camere del lussuoso albergo e hanno eseguito i 14 arresti arresti.

 

In tarda mattinata Walter De Gregorio, responsabile della comunicazione Fifa, ha voluto chiarire la situazione in una conferenza stampa riportata da calciomercato.com: “Vogliamo collaborare con la giustizia americana e fornire tutte le informazioni necessarie per aiutare chi sta portando avanti l’inchiesta. Voglio ribadire che la FIFA è parte lesa in questa vicenda, la FIFA intende collaborare e fornire tutte le indicazioni necessarie ai procuratori che si stanno occupando del caso. E’ nel nostro interesse che tutti i dubbi vengano chiari, che tutte le risposte vengano date, ricordando che il 18 novembre 2014 la FIFA ha emesso un richiamo ufficiale in merito all’indagine che poi è stata aperta. Ci teniamo a precisare che il Presidente non è implicato al momento, il comunicato stampa del procuratore generale chiarirà alcuni informazioni necessarie per inquadrare il caso. Non posso confermare nome e numeri degli arrestati, so che le Coppe del Mondo del 2018 e del 2022 saranno disputate regolarmente in Russia ed in Qatar. Questa indagine non è buona per la nostra immagine, ma lo è per la nostra pulizia. Abbiamo collaborato perché ci interessava questo. Non è un momento felice, ma possiamo dire che è una buona giornata perché ci aiuterà a fare chiarezza e pulizia. Finché non ci saranno certezze, non possiamo fare speculazione però. La reazione di Blatter? Nessuno di noi aveva idea che stamani alle sei si sarebbero svolti quei blitz. Eravamo sorpresi, abbiamo deciso di convocare una conferenza stampa anche se le informazioni sono relative. Siamo sorpresi quanto voi, ci saremmo preparati in altro modo se lo avessimo saputo”.

 

Redazione MilanLive.it