Giorgio Squinzi (Getty Images)
Giorgio Squinzi (Getty Images)

Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo, numero uno di Confindustria nonché grande tifoso milanista, ha commentato in un’intervista rilasciata a Gr Parlamento la possibile cessione della Milan da parte del Silvio Berlusconi. Il noto imprenditore non crede che il presidente rossonero possa separarsi tanto facilmente dal suo club e non crede nemmeno che le trattative tanto chiacchierate nelle scorse settimane fossero basate su tali cifre, troppo alte per essere vere. “Penso che Berlusconi sia troppo legato al Milan per vendere la maggioranza o la totalità – ha dichiarato – Inoltre, credo che le cifre che sono circolate siano gonfiate ed irrealistiche“.

 

Prima di concludere l’intervista, Squinzi ha parlato anche di Filippo Inzaghi, il cui futuro sulla panchina rossonera sembra segnato ma che potrebbe avere una nuova opportunità proprio su quella neroverde nel caso in cui Eusebio Di Francesco fosse corteggiato da qualche big (Fiorentina su tutte): “Volevamo Inzaghi al Sassuolo quest’estate, ma venne bloccato proprio da Berlusconi. Con un pò di esperienza può diventare un grande allenatore. Da noi l’anno prossimo? Vediamo quali sono le intenzioni del nostro mister attuale, poi valuteremo”.

 

Andrea Panzeri – Redazione MilanLive.it