Ibra-Psg, colloqui nella notte a Doha. E il Milan alza l’offerta di ingaggio

Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Subito contatti fitti a Doha nella notte tra Zlatan Ibrahimovic e Nasser Al-Khelaifi, il presidente qatariota del Psg. Il motivo è ormai ben noto a tutti: Ibra vuole saperne di più sul suo futuro, visto che il contratto attuale con i parigini scade tra un anno e sullo sfondo si sta palesando una concreta ipotesi Milan, un ritorno che sarebbe ben visto da tutti dalle parti di Milanello.

 

Come scrive il Corriere della Sera, Ibrahimovic e l’agente Mino Raiola non hanno perso tempo cominciando immediatamente a discutere con la proprietà araba. Non è da escludere proprio la pista che lo collega ai campionati esotici come quelli di Qatar o Emirati Arabi, ma la volontà dello svedese, come ammesso proprio ieri, è quella di giocare dove si diverte di più, magari proprio in quel campionato italiano che gli ha già regalato grandi soddisfazioni.

 

Intanto il Milan avrebbe preparato un’offerta di rilancio importante: biennale (con opzione per un terzo anno) a 8 milioni netti a stagione, un contratto davvero notevole per un giocatore che comunque ad ottobre compirà ben 34 anni primavere. I rossoneri sono ottimisti, ma prima bisogna attendere il via libera del Psg per poter trattare direttamente con Ibra.

 

Redazione MilanLive.it