Il gol di Philippe Mexes (Getty Images)
Il gol di Philippe Mexes (Getty Images)

Un derby è pur sempre un derby, anche se si tratta di un’amichevole. Vincerlo fa sempre bene. Ad aggiudicarselo è il Milan di Mihajlovic grazie ad una prodezza assoluta di Philippe Mexes. Vittoria di misura dunque per i rossoneri sui nerazzurri di Roberto Mancini.

 

Marcatori: 63′ Mexes (Ass. Bonaventura).

Ammoniti: Paletta, Guarin, Montolivo.

Espulsi: Nocerino.

 

MILAN (4-3-1-2): Diego Lopez s.v. (Abbiati 6);

Calabria 6,5, Alex 6 (Zapata 6), Ely 6 (Mexes 7), De Sciglio 5 (Antonelli s.v.);

Poli 5,5 (Nocerino 5), De Jong 5,5 (Montolivo 6), Bertolacci 6 (José Mauri s.v.);

Honda 5 (Bonaventura 6,5); Matri 4,5 (Bacca 6,5), Niang 6 (Luiz Adriano 6,5).

Allenatore: Sinisa Mihajlovic 6.

A disposizione: Abbiati, Gori, Antonelli, De Sciglio, Mexes, Paletta, Zapata, Bonaventura, Josè Mauri, Montolivo, Nocerino, Suso, Bacca, Cerci, Luiz Adriano.

 

INTER (4-2-3-1): Carrizo (dal 33′ st Berni);

Santon (dal 14′ st D’Ambrosio (dal 33′ Juan Jesus 5)),  Andreolli, Popa (dal 33′ st Ranocchia), Nagatomo (33′ st Guarin);

Gnoukouri (dal 33′ st Kovacic), Taider (dal 14′ st Kondogbia);

Baldini (dal 15′ st Icardi), Delgado (dal 14′ st Hernanes), Dimarco (dal 15′ st Brozovic); Longo (dal 33′ st Palacio).

 

– Le pagelle del Milan – 

Diego Lopez s.v.: per nulla impegnato nel primo tempo. Nella ripresa lascia spazio ad Abbiati.

Dal 45′ Abbiati 6: solo una parata in tuffo, ma nulla di difficile per l’estremo difensore rossonero.

 

Calabria 6,5: Tra i più propositivi nel corso del primo tempo. Qualche buona offensiva sulla fascia, ma deve ancora migliorare il cross.

 

Alex 6: La pochezza offensiva dei giovani nerazzurri gli facilita la vita, così come al compagno di reparto Rodrigo Ely.

Dal 45′ Zapata 6: regge come può gli attacchi nel finale dei nerazzurri con Palacio e Icardi.

 

Rodrigo Ely 6: Come per Alex, anche lui non compie interventi degni di nota visti i pochi pericoli creati dagli avversari.

Dal 45′ Mexes 7: mai banali i suoi gol. Servito da Bonaventura, scarica un destro al volo da far impallidire anche Messi e CR7. Palla sotto al sette e vittoria per il Milan (per vedere il video del gol, clicca qui). Speriamo si ripeta in partite molto più importanti di quella odierna.

 

De Sciglio 5: Un po’ impacciato in alcuni movimenti, sempre imprecisi i suoi cross.

Dal 45′ Antonelli s.v.

 

De Jong 5: ordinaria amministrazione per l’olandese in fase difensiva. Poco intraprendente in quella offensiva.

Dal 45′ Montolivo 6: il capitano rossonero si posiziona davanti la difesa e prova a dare geometrie alla squadra. Bravo in un paio di occasioni in fase di interdizione.

 

Poli 5: Poco coraggioso quando si trova a dover cambiare gioco o a tentare un passaggio filtrante. Mette corsa e voglia, ma non sempre basta. Nel primo tempo contro l’Inter piena di giovani della Primavera, ci si aspettava di più da lui e da tutta la squadra.

Dal 45′ José Mauri s.v.

 

Bertolacci 5,5: Ancora molto stentato nei movimenti e nelle giocate offensive.

Dal 45′ Bonaventura 6,5: Preciso e con i giri giusti l’assist da calcio d’angolo per lo splendido gol di Mexes. Assist a parte, mette qualità in mezzo al campo e fa respirare la squadra quando si trova il pallone tra i piedi.

 

Honda 5: Ancora troppo impallato dalla pesante preparazione. Poche giocate degne di nota.

Dal 45′ Nocerino 5.

 

Matri 4,5: un fantasma per oltre mezz’ora di gioco, sul finale del primo tempo sbaglia un passaggio clamoroso verso Niang a pochi passi dalla porta. Sostituito dopo pochi minuto nella ripresa: fosse stato a San Siro, lo avrebbero sommerso di fischi.

Dal 60′ Bacca 6,5: buono il suo approccio al match. Già molto in forma fisicamente visto che non si è praticamente mai fermato a causa della Coppa America. Subisce un paio di falli duri da parte degli avversari, ma non reagisci e non perde tempo in lamentele.

 

Niang 6: Il più attivo in attacco dei rossoneri. Va vicino al gol in un paio di occasioni, ma è impreciso.

Dal 60′ Luiz Adriano 6,5: positivo anche l’ingresso in campo del brasiliano che mette in difficoltà Andreolli, superato anche con un tunnel. Da segnalare anche qualche movimento in profondità, così come per Bacca, da attaccanti veri.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it