Adriano Galliani (getty images)
Adriano Galliani (getty images)

Un Milan insaziabile quello visto finora nella sessione estiva di mercato; colpi onerosi effettuati senza farsi conti in tasca o manovre al risparmio, perché dopo anni di magra i rubinetti della società, anche grazie al futuro intervento dei capitali di Bee Taechaubol, sono nuovamente aperti e ben fluttuanti.

 

25 milioni per Alessio Romagnoli, il secondo colpo più oneroso dell’estate, che si vanno ad aggiungere ai 30 per Carlos Bacca, i 20 per Andrea Bertolacci e gli 8 per Luiz Adriano. Un totale di 83 milioni già spesi per soli quattro elementi. L’unico colpo low-cost ha riguardato l’ingaggio del giovane José Mauri, svincolatosi dal legame con il Parma dopo il fallimento della società ducale. Un Milan dunque che non ha badato a spese, forse senza prendere attuali e navigati top-player ma con l’intento raggiunto di costruire una rosa giovane e già di buona qualità.

 

Ma a sentire gli esperti ed i personaggi vicini alle cronache del calciomercato Milan, mancherebbe ancora qualcosa; Adriano Galliani potrebbe tenersi qualche colpo in ballo per i suoi ormai noti ‘giorni del condor’ di fine agosto, magari a centrocampo dove il nome di Axel Witsel e quello dell’alternativa Roberto Soriano potrebbero nuovamente essere di moda. Oppure il sogno Zlatan Ibrahimovic, una trattativa al momento complicatissima che però impreziosirebbe una sessione estiva davvero ricca.

 

Redazione MilanLive.it