Come ricorda quest’oggi il sito web ufficiale AcMilan.com, il 1° settembre di ben dodici anni fa cominciava uno dei campionati maggiormente trionfali della storia recente rossonera, quello del 2003-2004. La squadra allenata allora da Carlo Ancelotti avrebbe concluso quell’annata vincendo lo Scudetto numero diciassette. La prima giornata vide il Milan sconfiggere la neopromossa Ancona in trasferta con un secco 2-0.

 

Data e match da ricordare perché oltre a segnare l’avvio di una stagione da incorniciare, rappresenta anche la gara d’esordio ufficiale con la maglia dei diavoli per Ricardo Kakà, il fuoriclasse brasiliano allora solo ventunenne che di lì a poco sarebbe letteralmente esploso diventando un idolo assoluto della tifoseria rossonera. Allo stadio ‘Del Conero’ Kakà fu schierato titolare subito insieme ai connazionali Dida, Cafu e Serginho.

 

Grande prestazione per l’ex San Paolo, disputata da vero leader sulla trequarti tanto da lasciare in panchina due fenomeni affermati come Rui Costa e Rivaldo. La gara fu decisa da due reti di Andriy Shevchenko e nella seconda marcatura fu decisivo proprio il genio di Kakà, che iniziò la splendida azione in ripartenza servendo Cafu, poi autore dell’assist vincente per Sheva.

 

Redazione MilanLive.it