Aurelio De Laurentiis (Getty Images)
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, è finito nel mirino dei tifosi partenopei assieme al direttore sportivo Cristiano Giuntoli per non essere riuscito a concludere l’acquisto di Roberto Soriano a causa del mancato deposito del contratto del centrocampista della Sampdoria. Tra i club era tutto fatto, ma i tentennamenti del giocatore hanno impedito di produrre la documentazione necessaria per tempo e di consegnarla entro le 23.

 

Il patron del club azzurro ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha spiegato come sono andate le cose: “Inizialmente Soriano voleva solo il Milan, non era interessato al Napoli ed era convinto che Sinisa Mihajlovic avrebbe convinto la società rossonera a comprarlo. Dopo che hanno preso Kucka io ho continuato a provarci, anche dopo la partita del San Paolo l’ho corteggiato quando Ferrero me l’ha portato. Alla fine siamo riusciti a convincerlo, lui alle 22.20 ci ha detto sì da Coverciano. Purtroppo c’era poco tempo e i regolamenti sono stati un ostacolo. Ho detto all’agente di Soriano e alla Samp che purtroppo non era possibile concludere. Ci siamo ripromessi di rivederci a gennaio per chiudere l’affare“. Operazione solo rinviata pare. Chissà se il Milan a gennaio tornerà alla carica.

 

Redazione MilanLive.it