Alessio Romagnoli e Luigi Di Biagio (getty images)
Alessio Romagnoli e Luigi Di Biagio (getty images)

La Gazzetta dello Sport esalta la prestazione di Alessio Romagnoli ieri sera a Novi Sad, in Serbia, dove la Nazionale italiana Under 21 ha affrontato i pari età slavi e riuscito a strappare un pareggio. Molto buona la prova del difensore del Milan, punto fermo della squadra del ct Luigi Di Biagio in coppia con lo juventino Daniele Rugani.

 

Nessuna colpa sul gol subito per Romagnoli, visto che la rete di Milinkovic-Savic è arrivato su un traversone sbagliato tramutatosi in beffa per il portiere azzurro Cragno. Ottimo però il salvataggio su Gajic, lasciato solo nel mezzo dell’area di rigore e andato al tiro a botta sicura. Lo stopper mancino del Milan si è immolato salvando il risultato e la propria porta in extremis.

 

La Gazzetta lo ha ‘premiato’ con un 6,5 in pagella, ma l’encomio migliore è arrivato dal talento più puro della nazionale serba, Marko Grujic, osservato anche da Inter e Roma. “Quant’è bravo Romagnoli!” – avrebbe ammesso il leader del centrocampo della Stella Rossa dopo la fine dell’incontro. Ormai la forza e la qualità del numero 13 rossonero si fa già riconoscere in tutto il mondo del calcio.

 

Redazione MilanLive.it