gokhan inler
Gokhan Inler (getty images)

CALCIOMERCATO MILAN – Il Milan a gennaio sarà una delle società italiane più attive sul mercato; lo dicono i rumors che partono da Milanello e dalla sede rossonera, secondo cui Adriano Galliani e compagnia starebbero già sondando i primi terreni per rinforzare la rosa in inverno. Lo dicono i numeri, che a loro volta raccontano di un Milan ancora incompleto e poco competitivo, soprattutto nel reparto di centrocampo. Da agosto scorso è rimasto un groppo in gola ai tifosi, ovvero il mancato arrivo di un calciatore di qualità e dai piedi buoni che potesse dare maggior lustro e inventiva ad un reparto attualmente non così originale.

 

Calciomercato Milan, oltre a Witsel spunta anche Inler

Il nome che si continua a fare nell’ambiente rossonero è quello di Axel Witsel, il belga dello Zenit San Pietroburgo già accostato ai colori rossoneri qualche mese fa. Il problema è sempre lo stesso: il costo dell’operazione, talmente alto da far vanificare i recenti tentativi di Galliani. I russi chiedono cifre molto alte per lasciarlo andare, circa 30-35 milioni, mentre i rossoneri si spingerebbero fino a 25 milioni per accontentare Sinisa Mihajlovic e regalare al serbo un centrocampista assolutamente di primo livello.

Ma secondo Tuttosport il Milan avrebbe di recente messo gli occhi su un altro mediano completo ed efficace, non più giovanissimo ma considerato un affare per gennaio. Lo svizzero Gokhan Inler, ex Napoli e attualmente in forza al Leicester City, potrebbe essere un piano B per il centrocampo rossonero. L’ex azzurro non sta trovando spazio nella mediana della sorprendente squadra inglese allenata da Claudio Ranieri, che dopo 13 giornate è clamorosamente in testa alla classifica di Premier League. Inler può lasciare il Leicester già a gennaio senza troppi patemi d’animo e il Milan sarebbe pronto ad accoglierlo per rinforzare il suo reparto centrale con un elemento d’esperienza, grinta e qualità. Anche se la compagine milanista avrebbe bisogno di tutt’altro per svoltare realmente.

 

Redazione MilanLive.it