Bacca kucka luiz adriano
Carlos Bacca, Juraj Kucka e Luiz Adriano (Getty Images)

Il 4-4-2 ormai verso la sua prima prova sul grande palcoscenico. Il Milan è pronto ancora una volta a cambiare pelle tattica, per la terza volta da inizio stagione. In principio dell’era Sinisa Mihajlovic, a partire dalla preparazione e dalle amichevoli estive, fu 4-3-1-2, il cosiddetto modulo a ‘rombo’, con un trequartista dietro le punte. La rosa del Milan a sua disposizione però non era considerata adatta a tale schema, dunque dopo la sconfitta pesante per 4-0 contro il Napoli, il serbo è passato al 4-3-3, tridente classico con due ali, generalmente Alessio Cerci e Giacomo Bonaventura, al fianco di una punta sola di ruolo.

Ma il 4-4-2, modulo classico per eccellenza, è lo schieramento predestinato. I rossoneri dovrebbero presentarsi in questa veste rinnovata già da sabato sera contro la Sampdoria, e le conferme arrivano da Milanello visto che nelle prove tattiche odierne si è puntato proprio su quest’ultima strategia. Mihajlovic non avrà a disposizione ne’ Andrea Bertolacci ne’ Nigel de Jong, due mediani che con la linea a quattro in mezzo potranno rendere al meglio, ma non rinuncerà a questo esperimento. Dunque Gigi Donnarumma tra i pali, linea a quattro in difesa confermata rispetto all’ultima gara contro la Juventus. Due esterni a centrocampo, a sinistra Bonaventura e a destra dubbio tra l’offensivo Cerci e lo slovacco Kucka. In mezzo capitan Montolivo sarà affiancato da Poli. Tandem d’attacco rinnovato con Carlos Bacca e Luiz Adriano. Se il brasiliano dovesse soffrire ancora di noie muscolari, è pronto M’Baye Niang.

Redazione MilanLive.it