Ezequiel Lavezzi (Getty Images)
Ezequiel Lavezzi (Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Ancora tutto da scrivere il futuro di Ezequiel Lavezzi. L’ex attaccante del Napoli, acquistato dal PSG per 30 milioni nel 2012, è attualmente in scadenza di contratto e, con ogni probabilità, lascerà il club parigino a fine stagione. Diverse squadre hanno già avviato i contatti con l’argentino, sia in Italia che in Europa. Al giocatore piacerebbe tornare in Serie A, come ha rivelato lui stesso in una recente intervista. Su di lui ci sono principalmente Inter e Juventus, con i bianconeri che hanno sorpassato i nerazzurri nelle ultime settimane. Resta da capire se il giocatore può lasciare il PSG già a gennaio o solo in estate a parametro zero.

Calciomercato Milan, solo surplace per Lavezzi

Come già detto, la Juventus è nettamente in vantaggio su tutte le altre contendenti. Secondo la Gazzetta dello Sport, in estate sembrava più vicina l’Inter, ma le cose sono cambiate in questi mesi. Il Milan, invece, ha effettuato tempo fa dei sondaggi, ma è parecchio distante rispetto alle altre. I bianconeri potrebbero pensare di portarlo a Torino già a gennaio: bisognerà convincere il PSG a lasciarlo andare a costo zero, anche perché Lavezzi chiede un ingaggio importante. Altrimenti se ne riparlerà a giugno prossimo.

La Juventus e gli intermediari del giocatore discutono proprio su questo: i bianconeri vorrebbero spalmare l’ingaggio in più anni, mentre l’argentino chiede 4 milioni netti per 3 anni. Un ostacolo da superare e che potrebbero portar via molto tempo. Lavezzi non è più giovanissimo – ha compiuto 30 anni lo scorso maggio – e la Juventus non ha alcuna intenzione di legarsi a lui per troppi anni.

Il Milan, dunque, guarda da lontano e non sembrano essere in programma nuove entrate in scena sul fronte Lavezzi. I rossoneri lavorano su altri nomi per il mercato di gennaio, ma tutto dipenderà dal posizionamento a fine 2015. Sinisa Mihajlovic ha un solo obiettivo per poter proseguire la sua avventura in rossonero: la Champions League. Altrimenti potrebbe esserci un nuovo divorzio…

Redazione MilanLive.it