bacca niang
Carlos Bacca e Mbaye Niang (Getty Images)

Due gol, un assist, tanto movimento da far venire il mal di mare ai difensori avversari. La serata magica di M’Baye Niang si materializza nella notte della rinascita del Milan, e non è affatto una coincidenza. E’ come se ai rossoneri fino adesso fosse mancato un elemento come l’attaccante francese, una seconda punta col fisico da bomber e l’attitudine da fantasista, capace di segnare, smarcarsi e dialogare pure con i compagni di reparto. Inoltre, col nuovo modulo 4-4-2, Niang si è esaltato, come la maggior parte dei rossoneri scesi in campo contro la Sampdoria.

Un Milan perfetto aiutato dal 21enne talento francese, che ha dimostrato di essere maturato dopo l’esperienza al Genoa sotto l’egida di mister Gasperini. Non è più la testa calda, tutto creste e vita spericolata, che anche durante i sei mesi in prestito a Montpellier si era fatto riconoscere. Oggi è un Niang differente, che ha capito come si lavora e come si gioca con i compagni, utilissimo alla causa e rilanciato da Mihajlovic quasi con effetti migliori rispetto ad alcuni colleghi di reparto.

La Gazzetta dello Sport riporta anche i complimenti ricevuti da Niang, prima dall’ex di turno Antonio Cassano, che a fine gara gli si è avvicinato esprimendo elogi alla prova del ragazzo francese, poi l’amico storico Mario Balotelli, che su Instagram lo ha elogiato così: “Ma quanto sei forte frate?“. Ma che sia solo la prima di numerose serate gloriose per il talento di Meulan-en-Yvelines.

Redazione MilanLive.it