Adriano Galliani e Barbara Berlusconi (Getty Images)
Adriano Galliani e Barbara Berlusconi (Getty Images)

Consueto venerdì di visita a Milanello per Silvio Berlusconi. Il presidente rossonero ha stretto la mano agli sponsor e incontrato la squadra al completo. Berlusconi ha voluto caricare i calciatori in vista della sfida contro il Verona e ha tenuto un colloquio durato quindici minuti con Sinisa Mihajlovic, culminato con un abbraccio. Insieme a lui c’era, ovviamente, anche sua figlia Barbara (assente Adriano Galliani per alcuni impegni in Lega), che al Milan ricopre il ruolo di amministratore delegato sul piano commerciale.

Oltre alla delusione per la mancata approvazione del progetto stadio, Barbara Berlusconi, secondo quanto scrive La Repubblica nell’edizione odierna, ha mandato un chiarissimo messaggio a Mihajlovic: “Non possiamo permetterci di rimanere ancora fuori dall’Europa o dalla Champions League. Mi piange il cuore a ogni risultato negativo”. Insomma, l’obiettivo minimo è il terzo posto, e un fallimento significherebbe nuovo ribaltone.

Ma non solo. Lady B ha voluto dire la sua anche sulla politica messa in atto dalla Lega Serie A negli ultimi quindici anni: “Non si sta valorizzando il potenziale del nostro sport. Purtroppo calcio e sport non sono considerati dalla politica centrale”. Possiamo considerarla anche una frecciatina allo stesso Galliani, visto che in questo lasso di tempo è stato il presidente della Lega e tuttora continua ad avere una certa influenza.

 

Redazione MilanLive.it