Mario Balotelli
Mario Balotelli (©Getty Images)

Mario Balotelli finalmente è pronto. La certezza della fine dei suoi problemi di pubalgia è arrivata dopo la visita di routine di ieri a Monaco di Baviera presso la dottoressa Ulrike Muschawek, la stessa che gli aveva consigliato di operarsi per sconfiggere l’infortunio nella zona inguinale che per ben due mesi lo ha costretto allo stop. Il Milan a breve dunque potrà contare ancora sul suo talento più puro e più estroso.

La Gazzetta dello Sport parla di un Super Mario motivato e carico a mille, che non vede l’ora di tornare in campo. Fosse per lui sarebbe entrato già contro l’Hellas Verona domenica per cercare di togliere le castagne dal fuoco del club rossonero. Balo è l’attaccante dotato di maggiore qualità individuale, abile ad adattarsi con qualsiasi compagno di reparto. Possibile un ritorno nella lista convocati già per la gara contro la Sampdoria di giovedì sera in Coppa Italia, più certa la presenza dell’ex Liverpool nell’ultima gara dell’anno solare a Frosinone.

Sarà però ancora più difficile capire a chi potrà togliere il posto Balotelli nel tandem offensivo titolare; per Sinisa Mihajlovic c’è un intoccabile di nome Carlos Bacca, che ha ritrovato anche la rete domenica. Poi Luiz Adriano, elemento forse troppo spesso sottovalutato, per non parlare dell’esplosione di M’Baye Niang, che però ha dimostrato di poter essere incisivo anche come esterno. Da ieri è cominciata la scalata di Mario per tornare protagonista nel Milan.