giacomo bonaventura
Giacomo Bonaventura e Luiz Adriano (©Getty Images)

Un gol che chiude definitivamente il match, un altro che gli è stato strappato da Carlos Bacca sulla linea di porta. Tanto movimento e qualità nella prova di Giacomo Bonaventura, ancora una volta tra i migliori in campo in assoluto nel Milan, abile a chiudere un 2015 dal punto di vista personale assolutamente positivo, viste le tante buone prestazioni con la maglia rossonera e le varie chiamate in Nazionale maggiore che possono lanciarlo verso gli Europei della prossima estate.

Bonaventura in questo Milan è più leader del capitano vero Riccardo Montolivo, nonostante non sia stato insignito della fascia di competenza. L’ex atalantino è un punto di riferimento in campo, uno dei pochi capaci di prendere per mano la squadra e trascinarla fuori dai guai, anche se spesso gli tocca predicare e portare la croce in solitaria. Persino l’arbitro Luca Banti nel match di Frosinone ha interagito più con lui che con Montolivo, ennesimo segnale del ruolo fondamentale che occupa.

La Gazzetta dello Sport ha riportato le dichiarazioni nel post-partita del Matusa: “Siamo un gruppo unito, abbiamo sofferto ma vogliamo giocare un girone di ritorno migliore. Siamo tutti con mister Mihajlovic, contenti che questa vittoria abbia tolto le castagne dal fuoco. Personalmente sono soddisfatto delle mie prestazioni e voglio crescere ancor di più“. Con un Bonaventura così, eroe positivo e umile, il Milan può arrivare lontano.

 

Redazione MilanLive.it