Il Milan esulta a Frosinone (©Getty Images)
Il Milan esulta a Frosinone (©Getty Images)

Poker in trasferta e buone feste a tutti. Il Milan salva la faccia dopo l’ennesima domenica thrilling, passando dalle stalle alle stelle nel giro di una mezz’ora abbondante, dalla rete di Daniel Ciofani che sembrava il preludio all’ennesimo flop stagionale, fino al pareggio di Ignazio Abate che ha dato invece il via alla rimonta. A Frosinone è finita 4-2 per la squadra meneghina, che torna a vincere in trasferta con una prova a due facce.

Come scrive la Gazzetta dello Sport, Sinisa Mihajlovic se l’è vista di nuovo brutta dopo una prima frazione decisamente sotto tono, in balia dei tentativi entusiastici del Frosinone, bravo prima a frenare gli avanti rossoneri con Nicola Leali in grande spolvero poi a colpire con il rossonero doc Ciofani. C’è voluto un secondo tempo superlativo e concreto per spazzare via ogni fantasma, il rischio di mandare all’aria il terzo match consecutivo sempre contro una delle ultime della classe.

Le giocate dei singoli hanno risolto il match, con il solito Jack Bonaventura e il redivivo Keisuke Honda veri registi della rimonta. Abate si è tolto lo sfizio del primo gol stagionale, a cui hanno seguito i colpi di Carlos Bacca, Alex e Bonaventura, non prima di un ultimo brivido portato da Federico Dionisi. Tanti ancora i difetti da risolvere, nella staticità del centrocampo ed in un gioco palla a terra che fa fatica a carburare. Ma il Milan guarda al Natale con ottimismo e con una vittoria che sa di rivalsa.

 

Redazione MilanLive.it