Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti (Getty Images)

Lunga ed interessante intervista rilasciata da Carlo Ancelotti alla redazione di goal.com; a pochi giorni dalla sua ufficializzazione come nuovo allenatore del Bayern Monaco, l’ex tecnico di Milan e Real Madrid ha analizzato e raccontato i propri propositi per l’avventura che incomincerà a partire da giugno, mese in cui l’attuale guida dei bavaresi, Pep Guardiola, lascerà il sud della Germania per trasferirsi Oltremanica, dove pronte ad accogliere il catalano a braccia aperte pare ci siano Manchester City e Chelsea.

Ancelotti racconta così le prime sensazioni e le proprie ambizioni da neo-tecnico del Bayern: “E’ una grande società, competitiva, seria, il mio obiettivo è di tenerla competitiva in Germania e in Europa. Mi incuriosisce soprattutto l’atmosfera che incontrerò sui campi, perché mi sembra che a livello ambientale, con gli stadi sempre pieni, si crei intorno al calcio una bella atmosfera. Questa è la cosa che mi incuriosisce di più“.

In merito a quanto accaduto all’ex tecnico del Chelsea Josè Mourinho, esonerato di recente, Ancelotti spiega il proprio punto di vista: “Il lavoro più difficile di un allenatore è proprio quello: tenere motivata la squadra, perché in un gruppo, sia che le cose vadano bene sia che vadano male, ci sono sempre dei problemi da risolvere. Quando le cose vanno bene si rischia il rilassamento, quando vanno male ovviamente si perde fiducia.”

Ultime di considerazioni in chiusura sull’ambiente e la cultura tedesca, a cui l’allenatore di Reggiolo dovrà senza dubbio tentare di adattarsi per tentare di ottenere il meglio sulla panchina dei bavaresi, ad iniziare proprio dalla lingua: “Non mi preoccupa nulla, vado a fare un’esperienza nuova e interessante e sono sinceramente contento di scoprire un nuovo Paese, ricco di stimoli. La cosa che in questi anni mi ha più arricchito è stata senza dubbio quella di conoscere le varie culture, le abitudini nei vari Paesi, credo che in Germania sarà un’esperienza di questo tipo in più, molto interessante. Il tedesco? Ho già iniziato, non è facile, questo lo posso confermare!”

 

Redazione MilanLive.it