Alessio Cerci
Alessio Cerci (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Rincorso, sfumato, acquistato e ora scaricato: questa è la storia che lega il Milan ad Alessio Cerci. Le grandi prestazioni al Torino hanno attirato il club rossonero, ma fu l’Atletico Madrid a tirar fuori i soldi necessari per acquistarlo. Avventura in Spagna poco positiva, ed ecco l’arrivo in prestito biennale a Milanello. Un anno e mezzo dopo, con la notte brava al casinò, la separazione consensuale è ormai ad un passo. Il rapporto con Sinisa Mihajlovic non è mai sbocciato appieno, mentre quello con i tifosi non c’è praticamente mai stato. Nell’ultima sfida dei rossoneri contro il Bologna, lo strappo definitivo. Il tecnico non lo ha nemmeno convocato per la trasferta contro la Roma di ieri sera.

Calciomercato Milan, Cerci-Genoa: si attende il si del fondo qatariota

E’ ormai questione di ore per il trasferimento di Cerci al Genoa. Raggiunto l’accordo tra le tre società coinvolte, Milan, Atletico Madrid e appunto Genoa, manca solo la risposta del fondo d’investimento qatariota che detiene parte dei diritti economici sul cartellino del calciatore. In via Aldo Rossi sono piuttosto ottimisti. Lo stesso Adriano Galliani ieri sera era parecchio tranquillo in merito: “Cerci andrà al Genoa, abbiamo raggiunto l’accordo”. Sarà compito dell’a.d. rossonero convincere il fondo ad accettare tale proposta. I contatti telefonici sono continui, la svolta potrebbe arrivare già in giornata.

Il trasferimento per i prossimi sei mesi alla corte di Gasperini è l’unico modo per evitare un clamoroso deprezzamento del cartellino del giocatore, pagato ben 18 milioni di euro. Attualmente il suo valore è meno della metà rispetto a quanto fu speso dal club spagnolo nell’estate 2014. A 28 anni Cerci può ancora essere un valore aggiunto per molte squadre. Sicuramente non in una grande piazza come il Milan, ma certamente in una squadra di media classifica potrebbe ancora fare la differenza qualora fosse al top dal punto di vista fisico e mentale.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it