Niang, De Sciglio e Kucka (©Getty Images)
Niang, De Sciglio e Kucka (Getty Images)

Milan-Carpi, match valido per i quarti di finale di Coppa Italia, si è appena concluso con la vittoria dei rossoneri per 2-1. In gol Carlos Bacca e  M’Baye Niang. Di Mancosu il gol degli ospiti che aveva riaperto la partita. La squadra di Sinisa Mihajlovic approda in semifinale, dove sfiderà la vincente di Spezia-Alessandria.

Marcatori: 15′ Bacca; 29′ Niang (ass. Bacca); 50′ Mancosu (ass. Lasagna)

Ammoniti: Niang, Lollo, Gabriel Silva, Boateng, Montolivo

Espulsi: /

MILAN: Abbiati 5,5; De Sciglio 4,5, Zapata 5,5, Romagnoli 6, Antonelli 6,5;

Honda 6, Kucka 6, Montolivo 6, Bonaventura 6; Niang 6,5 (dal 58′ Boateng 6), Bacca 7.

Allenatore: Sinisa Mihajlovic 6.

A disposizione: Donnarumma, Livieri, Abate, Alex, Calabria, Simic, Bertolacci, De Jong, Josè Mauri, Balotelli, Poli, Boateng.

CARPI: Brkic; Zaccardo 5 (Dal 45′ Crimi 5), Romagnoli 5,5, Gagliolo 5, Pasciuti 5;

Marrone 5,5, Bianco 5 (Dal 45′ Mancosu 6), Gabriel Silva 5,5; Lollo 5,5 (Dal 77′ Martinho 5); Lasagna 5,5.

Allenatore: Fabrizio Castori 6

A disposione: Belec, Cofie, Suagher, Daprelà; Crimi, Martinho, Mancosu, Di Gaudio.

 

  • Le pagelle del Milan

Abbiati 5,5: terza presenza stagionale per l’estremo difensore rossonero. Un’incertezza su un rinvio con i piedi nel primo tempo poteva costare cara alla squadra, ma fortunatamente si è conclusa con un nulla di fatto anche se a gioco fermo Lasagna aveva segnato. Nella ripresa subisce un paio di tiri dagli avversari, ma nessun reale pericolo per la porta. Nulla può sul gol di Mancosu. Sul finale di match ha un problema al mignolo della mano sinistra, ma dopo le cure dello staff ritorna a difendere i pali della porta rossonera.

De Sciglio 4,5: quante incertezze nel corso del match. La più clamorosa in occasione del primo gol del Carpi quando si fa superare in velocità da Lasagna, nonostante fosse in netto vantaggio.

Zapata 5,5: non riesce ad aiutare i compagni di squadra in occasione del gol di Mancosu. Nel complesso, gioca una partita sufficiente contro un Carpi non entusiasmante in fase offensiva.

Romagnoli 6: poco impegnato dagli avversari. Ogni tanto si complica la vita in fase di uscita, ma è da apprezzare la volontà di non spazzare sempre il pallone avanti.

Antonelli 6,5: buona la prestazione del terzino rossonero che spinge spesso in zona offensiva e non si fa mai sorprendere in quella difensiva.

Honda 6: buon primo tempo del giapponese, soprattutto quando si accentrava. Suo l’assist per il gol del vantaggio di Bacca. Nella ripresa cala di intensità e il suo apporto al gioco della squadra è quasi nullo.

Montolivo 6: ritorna in campo dopo le critiche del match contro il Bologna. Sufficiente comunque la prova del capitano.

Kucka 6: buona prestazione anche per l’ex Genoa in fase di interdizione. Troppo egoista invece in zona offensiva, più volte ignora Bacca.

Bonaventura 6: non eccelsa la partita di Jack, ma quando ha il pallone tra i piedi non sbaglia mai la scelta e sa sempre cosa fare. Pericoloso nella ripresa su calcio di punizione: palla alta non di molto.

Niang 6,5: buona prima parte di gara, tra i più attivi. Spesso agiva alle spalle di Bacca, trasformando il modulo in 4-2-3-1 con gli esterni che spesso si accentravano per scambiare anche con lui. Autore anche del gol del raddoppio rossonero: tap-in facile facile dopo il cross splendido d’esterno destro di Bacca. Nel secondo tempo pochi minuti giocati, al suo posto Boateng.
Dal 58′ Boateng: ritorno a San Siro per il numero 72 rossonero.

Bacca 7: eccezionale l’impatto del colombiano nel match. Gol e assist per l’ex Siviglia. Riceve l’assist da Honda, salta il portiere e insacca in rete di rabona: non manca la personalità all’attaccante rossonero, al 10° gol stagionale. Bellissimo il suo assist d’esterno destro per Niang che non sbagli e insacca il secondo gol. Nel finale di match, all’85’, si rende protagonista di una grande cavalcata verso la porta avversaria: sul più bello Letizia lo spinge da dietro, ma per l’arbitro non c’è rigore. Episodio dubbio che comunque non condiziona il match.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it