Giacomo Bonaventura
Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

B contro B, ovvero Giacomo Bonaventura contro Federico Bernardeschi. Due talenti accomunati dall’iniziale del cognome ma anche per essere i due uomini in più di Milan e Fiorentina, due fiori nel deserto visto che sono giovani, italiani, talentuosi e titolarissimi in squadre importanti, all’interno di un universo colmo di stranieri e poco proficuo per il calcio made in Italy.

La Gazzetta dello Sport mette in relazione i due calciatori che si sfideranno sulla medesima fascia in Milan-Fiorentina, gara prevista per domani sera come posticipo della ventesima giornata di Serie A. Un match che per l’appunto potrebbe decidersi sulle giocate e sulle accelerazioni di questi due rappresentanti. Bonaventura è stato il migliore, assieme a Menez e Diego Lopez, nel Milan già lo scorso campionato, ed attualmente sta proseguendo su questa falsa riga avendo ottenuto la miglior media voto (6,47) stagionale con un bottino di 4 reti e 6 assist decisivi.

Bernardeschi è un talento invece esplosivo, generoso, un classe 1994 su cui la Fiorentina punta ciecamente, anche nel nuovo ruolo di fluidificante di destra, nonostante utilizzi il piede mancino il più delle volte. Sarà un duello fatto di grinta e qualità, sicuramente decisivo nel match di San Siro. E anche una possibile candidatura in odor di Nazionale maggiore: Bonaventura è già nel giro, ma tutt’altro che sicuro del posto, mentre il giovane Bernardeschi è leader dell’Under 21, ma quanto sarebbe bello fare il salto di categoria già a 21 anni.

 

Redazione MilanLive.it