Marcello Lippi Xu Jiayin
Marcello Lippi e Xu Jiayin (©Getty Images)

L’affare tra Fininvest e la cordata cinese prende sempre più corpo. Il Corriere dello Sport oggi conferma la possibilità di vedere ratificato l’accordo preliminare per le quote di maggioranza del Milan già nella giornata di lunedì, quando in uno studio legale di Roma potrebbero incontrarsi i rappresentanti della holding della famiglia Berlusconi con l’advisor Sal Galatioto per le firme che concederanno l’esclusiva nella trattativa al consorzio cinese.

L’Evergrande Group dunque si avvicina ad ampi passi ad un affare storico, che vedrà il Milan passare nel giro di un anno interamente dalla proprietà Berlusconi a quella asiatica. L’accordo preliminare darà la possibilità agli orientali di lavorare per il ‘closing’ entro fine giugno, quando dalla Cina dovrebbe arrivare il pagamento iniziale per il 70% delle quote. Un affare complesso ma molto rapido che si stima sui 720 milioni di euro, cifra accettata anche dal Cavaliere che in precedenza era molto titubante sul valore dato all’intero pacchetto rossonero.

Intanto già si parla di rivoluzione tecnica e dirigenziale per tornare a fare grande il Milan; le critiche piovute da parte degli azionisti nei confronti di Adriano Galliani e compagnia rappresentano un segnale spiacevole per l’attuale gestione rossonera. Quasi certo un ingresso nel club di Marcello Lippi, anche se sarà da valutare quale ruolo occuperà l’ex ct della Nazionale italiana.

 

Redazione MilanLive.it