Alexandre Pato
Alexandre Pato (©Getty Images)

Per il Chelsea non è stata una stagione molto positiva. I campioni uscenti della Premier League, hanno affrontato la stagione con molta superficialità: gli scarsi risultati ottenuti hanno costretto il club all’esonero di José Mourinho. Nel mercato di gennaio, tra le operazioni fatte dai Blues, c’è anche l’arrivo in prestito semestrale con diritto di riscatto dal Corinthians di Alexandre Pato. Per la panchina dei londinesi, dopo l’addio dello ‘Special One’, è stato scelto Guus Hiddink. Con lui l’ex Milan ha giocato poco, ma è riuscito comunque a ritornare al gol. Tra scelte tecniche e infortuni, il papero ha collezionato appena 131 minuti in campionato. Nemmeno convocato per le due sfide di Champions League contro il PSG agli ottavi di finale.

Adesso il 26enne brasiliano pensa al suo futuro: ne ha parlato proprio tramite il suo profilo Twitter. Queste le sue dichiarazioni soprattutto sulle numerose indiscrezioni riferite dai media soprattutto britannici: “Sarò il primo parlare del mio futuro! Quindi meglio credere alle mie parole che a quelle di alcuni giornali che parlano. Ho un contratto con il Chelsea fino alla fine di giugno. I media parleranno di molte cose, ma non sanno molto”.

 

 

Qualche settimana fa proprio il presidente del Corinthians Timo Roberto de Andrade, che detiene il cartellino del giocatore, aveva riferito: “Se il Chelsea non lo vuole e non paga per riscattarlo, Pato tornerà da noi. Se rientrerà da noi, lo terremo e giocherà con noi”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it