Philippe Mexes
Philippe Mexes (foto Instagram)

La giornata di ieri Milan e Juventus sono stati ricevuti da Papa Francesco in Vaticato. Un’udienza motivata dalla presenza delle due squadre a Roma per la finale di Coppa Italia. Presenti anche dirigenti come Adriano Galliani, Barbara Berlusconi, Andrea Agnelli e Giuseppe Marotta.

Un evento che, al di là dell’essere o meno credenti, richiede massimo rispetto per il luogo in cui ci si trova. Ma per qualcuno il Vaticano è un posto come un altro. Per esempio Philippe Mexes non si è risparmiato dal fare un selfie con un’espressione facciale del tutto inopportuna per l’occasione. Non era una festa tra compagni in discoteca o altrove, ma un’udienza presso il Papa.

Anche Mario Balotelli ha pubblicato un selfie, più sobrio, in compagnia di José Mauri. Le critiche del popolo del web, sia tifosi milanisti che di altre fedi calcistiche, sono state però rivolte soprattutto al difensore francese. Sia coloro che effettivamente sono credenti e sia quelli magari atei o di altre religioni hanno attaccato Mexes per il suo gesto inopportuno.

Parliamo di una persona di 34 anni, non di un ragazzino, e pertanto poteva decisamente risparmiarsi il selfie scherzoso. Per fortuna il suo contratto scade a giugno e speriamo di non vederlo più in maglia rossonera. Sia chiaro, la persona Mexes non si giudica da una foto, ma avrebbe dovuto avere la maturità per evitare un autoscatto completamente inutile.

Il difensore ex Roma ha voluto comunque chiarire il suo gesto: “Pensavo Di aver fatto una cosa carina FACENDO la cosa Più normale in questo periodo (selfie) forse non mi capitera’ Mai Più Di incontrare il papa e comunque mi scuso SE la foto e’ stata interpretata male!

 

 

Redazione MilanLive.it