Suso
Suso e Ignazio Abate (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non c’è cosa migliore per un attaccante che zittire completamente per via di una sua prodezza i tifosi avversari quando si gioca in trasferta. E’ quello che è accaduto al San Paolo a Suso, che dopo alcuni tentativi a vuoto sembra finalmente aver messo la freccia giusta per prendersi il proprio spazio con la maglia del Milan.

Oggi La Gazzetta dello Sport elogia il calciatore spagnolo, un vero e proprio jolly per l’attacco milanista, visto che è un po’ ala offensiva, un po’ trequartista, rappresenta il classico talento scuola iberica che ama partire largo per poi far perdere le proprie tracce con rapidità ed accentrarsi, muovendosi in spazi stretti e mai banali. Il suo difetto è sempre stato quello di essere discontinuo, di isolarsi, ma grazie alla fiducia di Vincenzo Montella nei suoi confronti, Suso sta trovando ritmi e giocate ideali.

Una scommessa vinta per ora quella dell’allenatore, che sta dando fiducia assoluta a Suso. Ottimo il feeling tra i due, dato che il giovane calciatore lo ha definito un tecnico molto ‘spagnolo’ per il modo di intendere il calcio e di far giocare le sue squadre palla a terra e profondità. L’ex Liverpool è uno dei pochi elementi della rosa del Milan in grado di saltare l’uomo o di andare facilmente sul fondo, è il secondo miglior rossonero per media-voto di questo inizio di stagione dopo Gigio Donnarumma. Una crescita costante che, se non sarà interrotta da eventi sventurati, porterà risultati eccellenti.

Redazione MilanLive.it