Gustavo Gomez
Gustavo Gomez (©getty images)

CALCIOMERCATO MILAN – Le porte dello Star Hotel di Rogoredo si sono chiuse ieri, precisamente alle ore 23, lasciando l’amaro in bocca a tutti quei tifosi del Milan che speravano in un qualcosa di sorprendente, alimentati da un passato spesso brillante nelle ultime ore del calciomercato estivo.

Ma la sessione 2016 ha portato pochi colpi, quasi tutti a costi risicati, e tanti punti interrogativi; colpa di un caos societario estremo, di un passaggio di proprietà consumatosi in ritardo, di una cordata cinese che ha deciso di non investire nel presente, ma di farlo soltanto nel futuro, destinando il Milan ad un’altra possibile stagione di transizione che non verrebbe di certo accolta con piacere dai propri tifosi.

Calciomercato Milan, la Gazzetta da un 4,5 ai rossoneri

Il riepilogo del mercato rossonero
Il riepilogo del mercato rossonero

Molto severo e secco il giudizio della Gazzetta dello Sport sui movimenti di mercato del Milan. Il voto è un durissimo 4.5, una bocciatura estrema per le operazioni di Adriano Galliani, che al 99% lascerà la società rossonera dopo queste ultime fatiche poco apprezzate. Sei i nuovi calciatori che hanno messo piede a Milanello entro il 31 agosto: il colpo più costoso è stato quello di Gianluca Lapadula, pagato 9 milioni al Pescara, quello che lascia maggiori speranze è Gustavo Gomez, 23enne centrale paraguayano di cui si parla molto bene, ma che per ora ha avuto un impatto tremendo con la Serie A.

Completano l’opera gli arrivi di Leonel Vangioni in difesa, più José Sosa, Mario Pasalic e Mati Fernandez a centrocampo. Spese totali che si aggirano sui 25 milioni e mezzo di euro, mentre il club di via Aldo Rossi ha incassato soltanto 14,5 milioni (cessioni di El Shaarawy e Verdi) ma ha risparmiato tantissimo sul proprio monte ingaggi per alcune partenze eccellenti, come quelle di Alex, Diego Lopez o Jeremy Menez, tutti lasciati andare a costo zero. Insomma un mercato istantaneo, senza progettazione, quasi campato in aria e finalizzato sulle occasioni del momento. Starà a Vincenzo Montella ricavarvi il meglio possibile sul campo.

 

Redazione MilanLive.it