Marco Fassone
Marco Fassone (©getty images)

MILAN NEWS – Dopo i ritardi dovuti a fastidiose pratiche burocratiche da risolvere e improvvisi cambiamenti in corsa, il consorzio cinese vuole finalmente affrettare i tempi. Secondo i vecchi piani, la cordata asiatica avrebbe dovuto firmare già a inizio luglio il contratto preliminare ed agire immediatamente sul mercato estivo. Il tutto è stato rimandato, con l’uscita di scena di Nicholas Gancikoff e dei suoi soci, ma ora la cordata capeggiata da Han Li sembra già al lavoro e dopo il versamento della caparra da 85 milioni in settimana non si potrà più tornare indietro.

Come scrive oggi Tuttosport c’è Marco Fassone dietro al lavoro di questi giorni per il futuro del Milan; il prossimo direttore generale rossonero è al lavoro già da tempo per reperire i 2-3 manager di spicco che possano far crescere e rivoluzionare la dirigenza. Con gli addii di personaggi quali Adriano Galliani, Barbara Berlusconi e Umberto Gandini, il management sarà completamente diverso. L’obiettivo è presentarlo entro fine mese agli investitori cinesi, così da avere l’ok definitivo e cominciare a pianificare le strategie tecniche e commerciali per il nuovo Milan.

La scelta del nuovo d.s. è quella più attesa: Fassone è in bilico tra lo ‘svincolato’ Daniele Pradè e il direttore del Bologna Riccardo Bigon. Entrambi direbbero sì al Milan senza troppi patemi d’animo. Da non dimenticare anche il lavoro nostalgico di Fassone, che vorrebbe inserire un paio di ex campioni rossoneri in società: oltre al tanto amato Paolo Maldini c’è l’ipotesi Billy Costacurta come uomo-immagine del club.

Redazione MilanLive.it