Silvio Berlusconi e Han Li (Photo by XH Sports)
Silvio Berlusconi e Han Li (Photo by XH Sports)

MILAN NEWS – Finalmente una scadenza rispettata in casa Milan dopo mesi di trattative saltate e situazioni incontrollate. La cordata cinese capeggiata da Yonghong Li fa sul serio, e l’ha dimostrato versando in anticipo, nella giornata di ieri 6 settembre, la caparra da 85 milioni di euro promessa da tempo, che si aggiunge all’anticipo di 15 milioni già girati a Fininvest durante l’estate. Insomma un passo importante che conferma le buone intenzioni della Sino-Europe Investments.

Tramite un comunicato ufficiale, Fininvest ieri ha espresso la propria soddisfazione per l’accordo ormai ben delineato e le promesse economiche rispettate dagli investitori di Pechino. Tale passaggio è decisivo ma non definitivo: ora si attende il mese di novembre, quando Li e i suoi soci verseranno i restanti 420 milioni di euro per la chiusura dell’affare che li vedrà diventare proprietari assoluti del Milan, precisamente per il 99,93%. A tal proposito è stata anche confermata la volontà di investire circa 350 milioni nei prossimi anni per far tornare il club ai livelli vincenti di un tempo.

Secondo la Gazzetta dello Sport, il Milan può guardare con ottimismo finalmente al suo futuro. Il prossimo passo sarà trovare i dirigenti giusti per rilanciare il club, a partire da un nuovo direttore sportivo. Marco Fassone sta sondando il terreno tra quei 3-4 nomi importanti, da Riccardo Bigon fino a Daniele Pradè, passando per la tentazione Walter Sabatini. Intanto l’affare cinese da 1 miliardo è ormai partito.

 

Redazione MilanLive.it