Marco Giampaolo
Marco Giampaolo (©Getty images)

MILAN NEWS – Un’estate ricca di incroci e di similitudini quella vissuta da Marco Giampaolo e Vincenzo Montella, due dei tecnici italiani più stimati degli ultimi anni, capaci di rilanciare alcune piazze più o meno importanti a suon di gioco virtuoso e idee tattiche innovative. Entrambi nel mirino del Milan, anche se poi ha avuto la meglio il tecnico campano, che ha lasciato la panchina della Sampdoria vacante e dunque riempita proprio dall’italo-svizzero Giampaolo.

Come scrive Tuttosport in estate i due allenatori sono stati sondati e messi sotto torchio dai colloqui con Adriano Galliani e l’ex advisor della cordata cinese Nicholas Gancikoff, che hanno valutato entrambe le candidature prima di puntare su Montella, tecnico che aveva convinto anche Silvio Berlusconi tempo addietro e che è stato considerato più adatto per guidare una ‘big’ del nostro campionato. Ma dopo poco più di due mesi di lavoro sembra che sia Giampaolo quello attualmente più sereno.

Non è solo la classifica a decretare il miglior momento per il tecnico di Bellinzona, ma la situazione generale delle due compagini che si affrontano venerdì nell’anticipo di Marassi. Giampaolo ha una squadra competitiva, che gioca bene e che può ambire al ruolo di outsider del campionato, inoltre può dare continuità al lavoro iniziato a Empoli lo scorso anno. Montella invece si è catapultato con coraggio da Genova a Milano, una realtà in difficoltà e alle prese con un passaggio di proprietà complesso. Ma la gara di dopodomani può cambiare gli scenari.

Redazione MilanLive.it