Giovanni Crociata (foto dal web)
Giovanni Crociata (foto dal web)

MILAN NEWS – Uno dei giovani talenti fuoriusciti dal sempre ricco e vivido settore giovanile del Milan è Giovanni Crociata, un centrocampista tuttofare classe ’97 che dopo l’ottima esperienza nel vivaio di Milanello si sta facendo le ossa in prestito al Brescia. Il suo trasferimento temporaneo è stato ampiamente caldeggiato dal tecnico lombardo Cristian Brocchi, ex mister della Primavera milanista che ha deciso di portare con se’ tra le ‘Rondinelle’ anche uno dei suoi maggiori pupilli rossoneri.

Crociata è stato intervistato da Gianlucadimarzio.com per parlare del suo periodo al Milan, delle sue speranze in maglia bresciana e anche dei tanti rapporti d’amicizia nel mondo del calcio: “Ho faticato a dormire la notte prima della garaentrare in quello stadio, davanti a quei tifosi che ci sostengono sempre, credimi che è stato come sognare ad occhi apertiSegnare sotto quella curva… Se ci penso mi vengono i brividi. Mi conosce dalle giovanili del Milan, ho un rapporto bellissimo e adoro la sua idea di calcio. Brocchi mi ha detto lui di seguirlo a Brescia, sono convinto che farà una grande carriera. Parla sempre tantissimo con tutti noi, ha smesso da poco perciò capisce le esigenze dei giocatori; questo è un punto di forza”“.

Il Milan è la sua seconda casa, dove ha lasciato tanti amici e compagni di avventure: “Io e Locatelli abbiamo sempre avuto un rapporto speciale, sono contento che stia trovando spazio con Montella. Con lui e Davide Calabria dividevamo la camera in ritiro, quanti ricordi. Anche Davide è un amico vero, anche con lui sono praticamente in contatto costante, ci sentiamo sempre. Il migliore? Bonaventura, lo guardavo in allenamento, sapeva fare tutto“.

Redazione MilanLive.it