Bandiera Cina
Bandiera cinese (©Getty Images)

MILAN NEWS –  Speculazioni, notizie dubbie, documenti falsi e comunicati di smentite. In questi ultimi giorni se ne sono viste, e lette, di tutti i colori in merito alla situazione legata alla cessione del Milan. Hanno cominciato i colleghi di Bloomberg, mettendo in dubbio la solidità economica dei cinesi e rivelando che avrebbero consegnato a Fininvest una documentazione bancaria falsa di garanzia finanziaria. Le risposte della holding e della Sino-Europe Sports non sono tardate e hanno smentito categoricamente le precedenti illazioni.

Un flusso di notizie anti-cinesi che hanno colpito lo stesso paese asiatico. Il sito Caixin.com parlava ancora di documentazioni false secondo cui la banca cinese Bank of Dongguan non avrebbe mai firmato una carta apposita per impegnarsi a garantire l’appoggio finanziario alla cordata di Yonghong Li. Un documento non originale che attaccava ancora gli investitori che da mesi si stanno muovendo in direzione del closing con il club rossonero.

Alla fine di tutto al momento non c’è nessuna prova concreta che conferma tali insinuazioni. Il consorzio cinese, giustamente, è pronto ad un’azione legale contro gli autori di queste illazioni. Entrambe le parti coinvolte nell’affare hanno confermato che tutto procede secondo i piani. Il Corriere dello Sport in edicola stamane ha riferito che il closing si farà e avverrà nella data prevista: i vari comunicati parlano di chiusura entro fine anno, mentre tutti scrivono che la chiusura sarà nel mese di novembre. Salvo clamorosi stravolgimenti comunque, il passaggio del 99,93% delle quote di Fininvest passerà in mano ai cinesi.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it