Mario Balotelli e Leonardo Bonucci
Mario Balotelli & Leonardo Bonucci a Euro 2012 (©Getty Images)

In queste settimane si è fatto molto parlare di Mario Balotelli. Le sue prestazioni a Nizza sono molto positive: nell’ultima giornata ha siglato il gol vittoria che ha portato la squadra in testa alla Ligue 1, anche se a tempo quasi scaduto si è fatto espellere per doppia ammonizione. In Costa Azzurra pare che l’ex Milan sia rinato, pronto a mettere la testa a posto e concentrarsi esclusivamente sul campo. La scorsa settimana era arrivata anche la pre-convocazione da parte di Giampiero Ventura, che però al momento di rendere nota la lista ufficiale non lo ha inserito. Comunque un segnale di apertura importante.

A tal proposito Leonardo Bonucci, molto duro con Balotelli negli scorsi anni, ha aperto le porte a ‘Super Mario’: “Il Balotelli delle ‘Balotellate’ non serve né a lui né agli altri, è un consiglio che mi sento di dargli. Lui ha qualità infinite ma fino ad oggi gli è mancata la consapevolezza che, assumendo alcuni valori come umiltà e il mettersi a disposizione della squadra, possono veramente portarlo in alto e riportarlo ad essere una pedina importante per questo gruppo. Le porte della nazionale per lui sono aperte”.

Proprio in merito alla mancata convocazione in nazionale, qualche giorno fa Balotelli aveva dichiarato che «era giusto che non fossi convocato perché non lo meritavo, così come questa volta. E’ meglio che il mister mi convochi la prossima volta, voglio essere al top». A tal proposito il difensore della Juventus ha detto la sua: “Mario con le sue dichiarazioni ha dimostrato di cominciare a pensare da adulto. Quello che ha detto, ai miei occhi, è segno di una grandissima maturazione e dimostra che l’umiltà in fondo fa parte di Balotelli e credo che debba metterla in campo sia nel club sia in Nazionale”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it