Giacomo Bonaventura
Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

MILAN NEWS – E’ Giacomo Bonaventura a decidere Milan-Pescara, con una punizione geniale sotto la barriera. Un colpo alla Ronaldinho, come in molti hanno fatto notare. L’ex Atalanta è sempre più l’uomo chiave di questa squadra: corre tanto, dà qualità alla manovra e non butta via mai un pallone. Nettamente un altro calciatore rispetto a quello di inizio campionato, quando cominciavano a sorgere dei dubbi in merito alla sua posizione da mezzala.

E invece ha risposto alla critiche nel migliore dei modi, con una crescita esponenziale e significativa. Vincenzo Montella non può fare a meno di lui: e infatti quest’anno le ha giocate tutte e non è mai stato risparmiato. Il Milan non può permetterselo. Grazie a lui, il Diavolo torna anche a fare gol da calcio piazzato in Serie A. L’ultimo a riuscirci, come sottolinea OptaPaolo sul suo profilo Twitter, era stato Mario Balotelli nel settembre del 2015, in un Udinese-Milan (match finito con il risultato di 2-3 per i rossoneri).

In realtà Bonaventura aveva segnato su punizione anche dopo Balotelli, precisamente l’1 dicembre 2015, ma in Coppa Italia, nel 3-1 contro il Crotone. E ancora prima, sempre nel settembre del 2014, contro il Palermo. Anche uno, ma non “ufficiale”, quest’estate contro il Chelsea nell’International Champions Cup.


Redazione MilanLive.it