Gianluca Lapadula Palermo Milan
Gianluca Lapadula celebrato in Palermo-Milan (©Getty Images)

Non svegliateci da questo sogno, per piacere. Milan terzo in classifica con 3 punti sulle quarte e 1 solo dalla seconda. Una situazione che, come abbiamo detto più volte, non ci aspettavamo.

A Palermo i rossoneri non hanno disputato una grandissima partita. Hanno giocato bene i primi 15-20 minuti, trovando il gol con Suso (ieri migliore in campo), e poi si sono risvegliati nell’ultimo quarto d’ora dopo aver subito il pareggio meritato di Nestorovski. Nel mezzo tanto, troppo, Palermo. Dopo il vantaggio il Milan avrebbe dovuto accelerare per chiudere il match, invece si è rilassato e ha lasciato campo e iniziativa agli avversari. Nel finale, però, ci ha pensato Lapadula con il suo primo gol in Serie A a regalare la vittoria alla squadra di Montella.

Bella la favola del 26enne attaccante torinese, arrivato solo quest’anno nella massima serie in seguito a tanti anni di gavetta. Vedremo se la prodezza di Palermo sarà stato un fatto estemporaneo oppure se il giocatore troverà modo di andare in rete con una certa continuità. Il momento negativo di Bacca può favorirlo. Il colombiano è a secco di gol da cinque partite e in campo fatica ad essere incisivo. Se non segna, il suo apporto si nota poco.

Comunque il successo del Barbera consente al Milan di arrivare al derby contro l’Inter del 20 novembre in una buona situazione morale, oltre che di classifica. Però nella stracittadina servirà maggiore continuità nell’arco dei 90 minuti perché i nerazzurri, nonostante il periodo non felice, hanno i giocatori per colpire e fare male. Poi si sa, questi big match sono sempre aperti a ogni risultato perché le motivazioni vengono da sole.

Sicuramente nel derby sarà l’Inter ad avere di più da perdere, dato che il Milan anche in caso di k.o. resterebbe lo stesso in una buona posizione di classifica. Però noi questa partita la vogliamo vincere e continuare a sognare di vedere i colori rossoneri ai piani alti della Serie A fino alla fine. Campagna acquisti di gennaio all’altezza permettendo…

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)