Moise Kean
Moise Kean (©getty images)

MILAN NEWS – Il primo talento classe 2000 ad essere convocato in assoluto per un match di Serie A è stato il milanista Alessandro Plizzari, terzo portiere della rosa rossonera, che però deve ancora esordire nella massima serie. Lo scettro di primo calciatore nato nel terzo millennio ad essere lanciato in campionato gli è stato strappato da Moise Kean, attaccante proveniente dal settore giovanile della Juventus, mandato in campo sabato scorso nel match contro il Pescara.

Di Kean si parla benissimo, come di un talento assoluto già meritevole di far parte della rosa di prima squadra della Juve e anche cercato da molti club di provincia con la formula del prestito. Intanto il ragazzo nativo di Vercelli, con evidenti origini ivoriane, si gode il suo momento di gloria, come riferito dal fratello Giovanni, anche lui calciatore ma nelle serie dilettantistiche. Quest’ultimo, ntervistato dal portale Soccerweb24.comha ammesso come Kean abbia da sempre una passione rossonera: “E’ vero, confermo, è tifoso del Milan. Il suo idolo è sempre stato Balotelli ed è un rossonero sfegatato“.

Un vero peccato dunque che il destino di Kean sia accostato alla maglia bianconera, vista la sua passione per il Milan. Probabilmente se fosse stato all’interno della rosa milanista, oggi il talento 16enne avrebbe già avuto più spazio in campionato con la prima squadra, visto che un anno fa, alla sua stessa età odierna, un certo Gianluigi Donnarumma era già stato promosso titolare della porta rossonera.

Redazione MilanLive.it