Bandiera cinese
Bandiera cinese (©Getty Images)

MILAN NEWS – Mentre il club rossonero ha confermato ulteriormente la data dell’Assemblea dei soci al 13 dicembre, la situazione relativa al closing previsto sempre tale giorno, si fa sempre più intricata e incerta.

I colleghi di Adnkronos hanno intercettato quest’oggi Giuliano Noci, Ordinario di Strategy & Marketing e Prorettore delegato del Polo territoriale cinese del Politecnico di Milano. In merito alle tempistiche per ricevere l’ok dal governo cinese al trasferimento dei fondi al’estero, si è così pronunciato: “Gestire la variabile tempo è complesso, perché gli imprevisti sono dietro l’angolo ogni volta. Le cose in Cina vanno via molto fluide quando le decide il vertice, altrimenti non sono sempre così fluide”.

Nel caso fosse concessa una proroga, si parla di circa un mese/un mese e mezzo, secondo il professor Noci non ci sarebbero più scuse per il closing: “30-50 giorni di tempo in più credo sia una stima attendibile. Se non chiudono dopo questi altri 50 giorni mi vengono dei sospetti sulla reale esistenza della capacità di costruire una cordata. Con questi ulteriori giorni, di tempo ne hanno avuto, e ammettendo tutte le difficoltà nel mettere insieme la cordata, ammettendo che proprio perché si tratta di una cordata, necessita di un vaglio più attento da parte del Governo, i tempi ci sono”.

Silvio Berlusconi nelle dichiarazioni degli ultimi giorni ha fatto capire che Fininvest è ben disposta a concedere del tempo al consorzio cinese. Nelle ultime ore però è emersa la presunta richiesta da parte della holding di via Paleocapa di avere una sorta di garanzia della reale presenza dei soldi, magari con un’altra caparra di 100 milioni oltre a quella già versata tempo fa. L’esperto professore chiarisce questa situazione: “Se è possibile per Fininvest verificare che i soldi siano stati depositati? E’ chiaro che è possibile. In Italia ci sono quattro Banche cinesi che sono le quattro più grandi banche della Cina, quindi assolutamente si, è possibilissimo”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it