Mattia Caldara
Mattia Caldara (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Nonostante vi sia ormai la certezza che, almeno entro il 2017, il Milan avrà una proprietà cinese e meno ‘familiare’, la strategia della società rossonera sul mercato non cambierà e sposerà il progetto iniziato da Vincenzo Montella in questa stagione, puntando su talenti giovani e possibilmente cresciuti in settori giovanili del nostro paese.

Ecco perché La Repubblica di oggi insiste con un Milan pronto a sondare il terreno per alcuni talenti già in orbita della Nazionale maggiore. Si tratta di un paio di calciatori in forza all’Atalanta, di assoluta qualità e protagonisti finora di una stagione pressoché perfetta che ha portato gli orobici sorprendentemente al quarto posto in classifica, ad un solo punto dal duo Milan-Roma che condividono la seconda piazza.

Calciomercato Milan, occhi sugli atalantini Caldara e Gagliardini

Il noto quotidiano nazionale parla dunque di un Milan pronto a spiare da qui fino alla prossima estate la crescita e il rendimento di Mattia Caldara e Roberto Gagliardini, due titolari a sorpresa dell’Atalanta che dopo 14 giornate di campionato possono considerarsi tra i migliori calciatori italiani per rendimento, tanto da aver ricevuto gli apprezzamenti pubblici del c.t. azzurro Giampiero Ventura.

Il Milan li seguirà da vicino e proverà l’assalto la prossima estate, quando la situazione societaria sarà definita e, come detto prima, si continuerà a puntare su talenti in erba possibilmente italiani. Caldara è un classe ’94, difensore con il vizietto del gol (3 reti già realizzate in campionato) a cui ha giovato il prestito a Cesena lo scorso anno. Gagliardini ha la stessa età del compagno di squadra, è un mediano tuttofare e dopo varie esperienze temporanee in serie cadetta è apparso maturo per dirigere il centrocampo dell’Atalanta.

A giugno è prevista una vera e propria bagarre di mercato per assicurarsi questi due talenti di proprietà orobica, sondati di recente anche da Juventus e Napoli. Il Milan può far leva sul suo progetto ‘giovani e italiani’ voluto da Silvio Berlusconi e sperare di convincere una società amica come quella bergamasca.

Redazione Milanlive.it