Kasper Dolberg
Kasper Dolberg (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – La forza del Milan attuale è data, secondo molti, da due fattori vincenti e convincenti che stanno spiccando nella rosa di Vincenzo Montella: età media bassa e forte presenza italiana all’interno della squadra rossonera. Qualità che anche il nuovo Milan, quello presumibilmente gestito e finanziato dalla proprietà cinese, non ha intenzione di sovvertire.

Non a caso il Milan sta seguendo alcune piste per la sessione di gennaio che provengono dall’estero, come Mateo Musacchio o Sebastian Rudy (nomi ad oggi caldissimi), ma non è escluso che in futuro altri talenti italiani dall’avvenire luminoso possano essere considerati obiettivi primari ed importanti per un club che punta tantissimo su questa filosofia.

Calciomercato Milan, ecco Dolberg: il bomber del futuro

Secondo quanto scrive oggi Tuttosport nel mirino del futuro direttore sportivo Massimiliano Mirabelli però sarebbe finito un giovanissimo attaccante internazionale, considerato da molti il bomber del futuro visto che già a 19 anni sta mostrano doti realizzative impeccabili. Si tratta di Kasper Dolberg, danese classe 1997, in forza all’Ajax. E’ l’erede naturale del polacco Arkadiusz Milik che in estate è passato dalla società olandese al Napoli, visto che il giovane Dolberg si è conquistato a suon di gol e ottime prestazioni la fiducia della sua squadra, nella quale milita dal luglio 2015.

Mirabelli avrebbe chiesto informazioni su Dolberg quasi per caso, visto che era andato a visionare un altro talento dell’Ajax, il centrocampista tuttofare Riechedly Bazoer. Ma il noto talent-scout, uno dei primi dirigenti scelti da Marco Fassone per il nuovo Milan, sembra essere rimasto folgorato dal talento e dalle qualità in zona-gol del 19enne danese, che mostra già numeri straordinari: 11 reti in 22 incontri con l’Ajax alla sua prima vera stagione tra i ‘big’, con otto delle quali segnate in campionato. Un ragazzo dotato di killer-instinct che potrebbe fare comodo ai rossoneri, magari per il dopo Carlos Bacca.

Redazione MilanLive.it