Sebastian Rudy
Sebastian Rudy (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANSebastian Rudy doveva essere uno dei primi colpi del duo Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli per il nuovo Milan cinese. I due dirigenti scelti dalla Sino Europe Sports per gestire il club rossonero all’indomani del closing avevano messo da tempo gli occhi sul centrocampista classe 1990 in scadenza di contratto con l’Hoffenheim. Il ritardo nel passaggio delle quote da Fininvest a SES, previsto a dicembre, ha portato inevitabilmente al fallimento di questa potenziale trattativa.

Ad approfittarne è stato il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti, che prontamente si è assicurato il calciatore per la prossima stagione. Niente da fare dunque per i rossoneri, che dovranno virare su altri obiettivi. Il closing adesso è previsto per i primissimi giorni di marzo e dunque c’è tempo per programmare i futuri colpi estivi. A centrocampo il Milan necessita di rinforzi, soprattutto nel ruolo di regista davanti la difesa. Tra i nomi di cui si è maggiormente parlato c’è sicuramente Milan Badelj, probabilmente il nome migliore vista la sua conoscenza del campionato italiano oltre al fatto che Montella lo conosce bene.

Calciomercato Milan, sfumato Rudy: Mirabelli-Fassone a caccia del sostituto

I colleghi di Repubblica però stamane si sono concentrati su altri nomi. C’è da scegliere se andare sull’usato sicuro e non troppo costoso, come Luiz Gustavo del Wolfsburg, o puntare sul nuovo che avanza, cioè il 21enne talento Mahmoud Dahoud, siriano naturalizzato tedesco in forza Borussia Moenchengladbach. Quest’ultimo è molto richiesto, soprattutto da Borussia Dortmund e Juventus. Il club di via Aldo Rossi avrebbe avuto già dei contatti per il calciatore. La valutazione è molto alta: per portarlo in rossonero servono almeno 25-30 milioni di euro.

Cifre più ragionevoli per il centrocampista brasiliano sopracitato, sul quale però non è chiaro quanto possa essere utile alla causa milanista. Sfumato Rudy, Mirabelli e Fassone dovranno darsi da fare per regalare a Montella un regista capace di coniugare qualità e quantità e che permetta ovviamente di far fare il salto di qualità alla squadra.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it