Vincenzo Montella e Juraj Kucka (©getty images)

MILAN NEWS – L’eccezione si chiama Julian Nagelsmann, sorprendente allenatore che a soli 29 anni sta portando l’Hoffenheim nei primi posti in classifica della Bundesliga. Tolto il talentuoso mister tedesco, la palma di allenatori più giovani d’Europa va ai due sfidanti di questa sera allo stadio Olimpico di Roma.

Simone Inzaghi, 40 anni, sfida Vincenzo Montella che ne ha invece 42; sono tra i tecnici meno anziani del continente e stasera in Lazio-Milan dovranno guidare le rispettive squadre verso un importante passo in avanti in classifica. Per il mister rossonero inoltre sarà praticamente un derby personale: da calciatore ha sfidato con la maglia della Roma i rivali biancocelesti più volte, suscitando ricordi straordinari nei suoi vecchi tifosi, come un poker calato nel 2002 (record in una stracittadina) o una doppietta segnata contro la Lazio che di lì a poco avrebbe vinto il suo secondo Scudetto della storia.

Nonostante sia più giovane, Inzaghi ha invece una media-punti maggiore da allenatore in Serie A: 1,83 punti conquistato a partita per l’ex tecnico della Primavera laziale contro il dato di Montella che dice 1,57 punti. La Gazzetta dello Sport ricorda anche punti in comune tra questi due colleghi dal futuro splendente: amano lanciare i giovani senza paura e scelgono il 4-3-3 come modulo di partenza ideale. Stasera all’Olimpico sarà battaglia vera, per l’Europa e per capire chi tra i due talentuosi allenatori avrà la vita più facile in campionato.

Redazione MilanLive.it