Eusebio Di Francesco Vincenzo Montella
Eusebio Di Francesco e Vincenzo Montella (©Getty Images)

Vincenzo Montella nel post-partita di Sassuolo-Milan è intervenuto ai microfoni dei giornalisti per commentare quanto avvenuto al Mapei Stadium di Reggio Emilia nella 26^ giornata del campionato di Serie A 2016/2017. Questo il suo commento sull’episodio del rigore di Carlos Bacca: “Facile parlare dalla poltrona. Il doppio tocco c’è, da regolamento sarebbe fallo avversario. Se ci fosse stata la VAR sarebbe stato da ribattere visto che ci sono due giocatori loro in area. A mente fredda si fanno valutazioni migliori”. 

Sull’ormai prossimo closing e la chiusura del trentennio Silvio Berlusconi: “Non so se si chiude un’era. Siamo agli sgoccioli, ma finché non c’è l’ufficialità. Dedichiamo vittoria a Berlusconi visto che qui abbiamo sempre perso. Grande vittoria contro un ottimo Sassuolo. Ci hanno costretti a stare bassi e sempre concentrati. Complimenti a loro anche se erano nervosi. Potevamo chiuderla prima ma abbiamo sofferto fino all’ultimo”. 

Ancora sulle lamentele post-partita del Sassuolo: “Capisco l’adrenalina. Con il Sassuolo non siamo in credito. Mi fa piacere che loro abbiano il tempo di vedere le nostre partite. Dispiace per gli errori, ma dobbiamo stare tutti più sereni. Non ho visto cose clamorose, anche se sono successi episodi dubbi. Non so che hanno detto precisamente, ma dispiace se sente di subire dei torti. Io ho il coraggio di dire quello che penso… Lo dico con sincerità. Mi auguro che in questa fase ci sia rispetto per gli arbitri, come abbiamo sempre fatto noi. Ho parlato alla vigilia perché parlavano ancora dell’andata e mi sono sentito in dovere di rispondere. Non ho nulla contro il Sassuolo”. 

Sulle scelte di formazione, in particolare sulla scelta di José Sosa al posto di Manuel Locatelli: “E’ cresciuto molto, ha tanta esperienza. E’ giusto dargli un riconoscimento. Locatelli rimane una risorsa preziosa per noi”.

Il Milan poteva chiudere il match a metà secondo tempo con Suso: “Nota negativa? Diciamo che potevamo fare gol e soffrire meno. Nella prima occasione ha avuto fretta. Ne farà altri decisivi”.