Arrigo Sacchi
Arrigo Sacchi (©Getty Images)

MILAN NEWSArrigo Sacchi è stato l’allenatore del primo ciclo vincente di Silvio Berlusconi da proprietario del club rossonero. Uno Scudetto, una Supercoppa Italiana, due Coppe dei Campioni, due Supercoppe Europee e due Coppe Intercontinentali i trofei vinti.

Il Milan di Sacchi è considerato una delle squadre più forti della storia del calcio. Sicuramente l’organico era composto da grandi campioni, però l’allenatore di Fusignano fu bravo a far applicare loro le sue idee di calcio. I rossoneri davano spettacolo, vincere non bastava: bisognava anche convincere. Si può dire che l’allora mister fu un rivoluzionario, considerando pure che mise in pratica le proprie idee in un Paese come l’Italia che era la patria del difensivismo. Lui, invece, aveva una filosofia che prevedeva un calcio offensivo, ma organizzato in modo tale da riuscire a mantenere sempre un certo equilibrio. Ci vollero dei mesi per vedere la formazione milanista giocare secondo le sue idee. Ma poi i risultati hanno pagato.

Sacchi è legatissimo a Berlusconi, con cui c’è stato un rapporto professionale ma anche di grande stima reciproca e affetto. L’attuale opinionista di Premium Sport è tra coloro che non sono entusiasti della cessione del Milan ai cinesi, però ha ammesso che l’operazione è ormai fatta: «Me l’ha detto lui (Berlusconi, ndr) – riporta oggi La Repubblica, stavolta lascia davvero». Il 3 marzo, data del closing, si avvicina e dovremmo avere un cambio di proprietà storico, epocale.

 

Redazione MilanLive.it